Costruiamo insieme il documento base per l’assemblea

E’ stato chiesto a volontari e associazioni di inviare contributi e proposte sui seguenti punti per scrivere le linee di indirizzo per il volontariato del FVG per il triennio 2017-2020


Le domande

  1. COSA fa il volontariato
  • Quali sono le emergenze sociali, i bisogni emergenti o scoperti che ci interpellano?
  • Quale cambiamento sociale siamo chiamati a promuovere o sostenere? Quali sfide ci chiamano ad agire una funzione di animazione e trasformazione nelle nostre comunità e a livello regionale?
  • Cosa deve cambiare o essere messo in discussione nel volontariato? Come verifichiamo se la nostra azione risponde ancora ai bisogni della comunità?
  1. COME ci vedono? COME comunichiamo?
  • Che immagine ha la gente, le istituzioni, la comunità del volontariato? Cosa “distorce” questa immagine e rende difficile farci conoscere e far passare le nostre idee e proposte?
  • Cosa ci può aiutare, quali sono le modalità oggi efficaci per una diversa presenza e dialogo del volontariato con le comunità e con gli altri soggetti del territorio (istituzioni, enti, aziende etc).
  1. CHI può fare il volontario oggi? Cosa vuol dire promuovere il volontariato, con i giovani in particolare?
  • A quali condizioni le persone oggi possono fare i volontari? Chi può farlo? Cosa può ostacolare/bloccare una persona motivata ad assumersi una responsabilità continuativa?
  • Il volontariato “a ore” o “on demand” è compatibile con il volontariato moderno descritto dalla carta dei valori del volontariato? Può essere una nuova modalità da valorizzare?
  1. QUALE spazio oggi per il volontariato? Identità e ruolo sono gli stessi o stanno cambiando?
  • Di fronte ad una riforma nazionale che sfuma le differenze tra diversi soggetti del terzo settore, è importante salvaguardare una specificità del volontariato?
  • Quale ruolo è riconosciuto al volontariato (dalle istituzioni, dai media, dalla “gente”)? Vorremmo invece avere un ruolo diverso?

ATTUAZIONE DELLA LR 23-2012

Chiediamo di segnalare punti di forza e di debolezza riscontrati nel percorso di attuazione della LR 23-2012 in questi 5 anni di attuazione. In particolare:

5.a    Rispetto ai principi e alle finalità della legge (valorizzare e riconoscere il volontariato e le APS come soggetto forte del sistema di solidarietà regionale, attuando forme nuove di sussidiarietà e “cogestione” dell’interesse generale).

5.b       In relazione alle politiche di sostegno attivo alle ODV, e alle linee contributive: aspetti positivi e problematicità del regolamento, efficacia e importanza del sostegno garantito

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: