Riunione del CoReVol: nuove aree prioritarie per progetti, superato il limite dei 200 euro per le assicurazioni

Si è riunito mercoledì 27 gennaio, a Udine, il Comitato Regionale del Volontariato: oltre alla programmazione per il 2016, due importanti argomenti trattati, la proposta di ambiti prioritari di intervento per i progetti delle associazioni da presentare entro fine febbraio. La proposta formulata prevede l’introduzione di due nuovi ambiti prioritari: il primo per la promozione dell’invecchiamento attivo e del volontariato degli anziani, il secondo per iniziative che promuovano conoscenza e incontro tra persone di culture diverse, per favorire una positivo processo di integrazione nelle comunità locali. I tre ambiti dello scorso anno vengono riproposti, pur con una definizione più puntuale, in due opzioni: la prima per continuare la prioritaria azione di promozione del volontariato con i giovani e la scuola, la seconda per sperimentare percorsi innovativi per rinsaldare la coesione sociale nelle realtà territoriali, sperimentando pratiche partecipative di gestione dei beni comuni e azioni per l’inclusione sociale che coinvolgano tutta la comunità.

Il Comitato ha quindi espresso il proprio parere su una proposta di modifica del regolamento per i contributi: molto positivo il recepimento da parte della Regione della richiesta dei volontari di togliere limite minimo di 200€ per i contributi per l’assicurazione volontari che penalizzava molte piccole realtà spingendole ad aumentare inutilmente le spese per assicurazioni. Positivo ma con qualche necessario chiarimento, il parere sull’introduzione di una nuovo contributo a copertura dei costi di assicurazione dei veicoli delle ODV, omologati per trasporto disabili. Infatti la misura è stata introdotta senza prevedere un aumento del fondo per il volontariato, andando quindi a diminuire le risorse per le altre linee contributive. Si rischia di togliere risorse a realtà che non hanno molte altre risorse favorendo associazioni strutturate che normalmente già operano con convenzioni e contributi per trasporti socio-assistenziali.
Il Comitato ha espresso all’Assessore Torrenti l’invito a riconoscere il valore dell’impegno del volontariato, che con pochissime risorse risponde a moltissimi bisogni e si impegna quotidianamente per rinsaldare i legami sociali e la solidarietà diffusa nei nostri paesi. Volontariato che non chiede grandi cose se non di essere riconosciuto e sostenuto nelle sue esigenze “basilari”, per questo il Comitato ha auspicato un aumento del fondo del volontariato, già pesantemente penalizzato, in fase di assestamento di bilancio.

I Comitato ha quindi fatto una veloce verifica delle attività realizzate nel 2015 e del programma 2016. Bilancio molto positivo per l’anno passato, che ha impegnato i volontari del Comitato in un lavoro molto intenso e importante per il rinnovo del CSV: moltissime riunioni, incontri, gruppi di lavoro per costruire una proposta unitaria attraverso il faticoso ma positivo confronto tra anime del volontariato regionale. Nel 2015 è stato poi riavviato il Tavolo Scuola Volontariato che, con il sostegno del CSV, stà realizzando una ricerca per capire cosa si è costruito in questi 4 anni di progettualità in questo ambito e valorizzare le buone pratiche. Organizzata l’annuale Assemblea Regionale, sul tema delle “inclusioni sociali”, come momento per preparaci al percorso per la scrittura del Piano Sociale Regionale: sarà un momento importante, nel 2016, per fare il punto sulla tenuta del nostro tessuto civile e sociale regionale e della sua capacità di promuovere il “ben stare” e i diritti di cittadinanza per tutte le persone che ci vivono.
Nel 2015 non è stato realizzato il previsto confronto con il Comitato delle Associazioni di Promozione Sociale, che non è ancora stato insediato ma dovrebbe esserlo a breve: il 2016 vedrà i due Comitati impegnati insieme alla Giunta Regionale a definire il Piano Triennale previsto dalla LR 23-2012 come strumento di programmazione delle politiche e delle attività del settore. Sarà un interessante opportunità per vedere in quadro di insieme e raccordare sempre meglio l’azione dei cittadini con l’impegno delle istituzioni per “l’interesse generale”.

 

 

Annunci
Tagged with: , , ,
Pubblicato su Assemblee e incontri, Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: